Iniziano lunedì 21 giugno i lavori sul ponte Alto a Paluello tra i Comuni di Stra e Fiesso d’artico lungo la Sp 12. Chiusa la viabilità solo dal 23 luglio fino a fine lavori

Data: 
17/06/2021 - 12:30
La scelta di realizzare l’intervento in questo periodo è stata analizzata insieme alle due amministrazioni interessate, in quanto era il periodo con minor traffico e crea meno disagi

La Città Metropolitana comunica che da lunedì 21 giugno è previsto l'avvio dei lavori sulla Sp 12 all’altezza del ponte “Alto” a Paluello tra il Comune di Stra e il Comune di Fiesso d’Artico per un periodo complessivo di 68 giorni per un intervento di risanamento del manufatto. La scelta di realizzare l’intervento in questo periodo è stata analizzata insieme alle due amministrazioni interessate, in quanto era il periodo con minor traffico e quindi per creare meno disagi possibili alla viabilità. Allo stesso modo si è tenuto conto anche del passaggio delle imbarcazioni lungo il Naviglio Brenta, cercando di rendere minimi i disagi e cercando di lavorare al di sotto dell’impalcato nei momenti in cui non è programmato il transito di imbarcazioni. La viabilità resterà, dunque, aperta fino al 23 luglio quando poi sarà necessario chiudere totalmente l'accesso a mezzi privati per alcuni interventi di manutenzione più complessi.

 Il ponte risale all’anno 1930, i lavori furono completati e collaudati tra il 1935 e il 1936.  Il manufatto è costituito da una campata centrale di 10 metri di luce sostenuta, mediante appoggi tipo “Gerber”, è largo 7.6 metri e lungo circa 28 metri.Le indagini e ispezioni svolte durante gli ultimi anni di monitoraggio dei manufatti di competenza metropolitana hanno evidenziato che il ponte aveva necessità di un intervento di consolidamento e pertanto si è provveduto nel primo semestre del 2018 a mettere in sicurezza provvisoriamente il manufatto mediante l’installazione di apposite mensole provvisorie in acciaio a presidio di eventuali cedimenti delle selle gerber. “Si tratta di un intervento pesante e indispensabile che rientra tra quelli che la Città metropolitana sta svolgendo in seguito al continuo monitoraggio di ponti, cavalcavia e strade – spiega Saverio Centenaro, delegato del Sindaco Brugnaro – In questo caso la struttura dovrà restare chiusa necessariamente dal 23 di luglio per consentire i lavori. Un disagio per il quale ci scusiamo con i cittadini e gli abituali fruitori del ponte ma la sicurezza viene prima di ogni altra cosa. Un ringraziamento ai Sindaci di Stra e Fiesso d’Artico per la collaborazione e per aver concordato questo intervento. Da lunedì e per il periodo che va fino al 22 luglio il cantiere sarà aperto e comporterà solo qualche rallentamento in concomitanza del passaggio di alcuni mezzi operativi”. A seguito di finanziamenti ottenuti dal Ministero Infrastrutture e Trasporti si è quindi potuto procedere con la progettazione dell’intervento che inizierà lunedì 21 e che prevede una spesa pari a 290.000 euro.I lavori previsti per l’adeguamento normativo del ponte prevedono:·      demolizione della campata centrale del ponte e sua successiva ricostruzione;·      realizzazione di una nuova soletta, in calcestruzzo strutturale alleggerito, per la parte non demolita e ricostruita;·      realizzazione di opportuni ritegni strutturali in grado di evitare la perdita dell’appoggio delle travi in caso di sisma.·      intervento di risanamento globale dei calcestruzzi.·      realizzazione di nuovi giunti di dilatazione, rifacimento dell’impermeabilizzazione e della rete di scarico delle acque meteoriche, realizzazione della nuova pavimentazione stradale e della segnaletica.

Tutte le Notizie