MALTEMPO: CITTA' METROPOLITANA IMPEGNATA A LIBERARE LE STRADE PROVINCIALI ANCORA INAGIBILI. 9 LE SQUADRE DI SOCCORSO DELLA PROTEZIONE CIVILE IN AIUTO AL BELLUNESE

Data: 
02/11/2018 - 11:15
Tre i tratti ancora chiusi per la piena del Piave nel sandonatese, le squadre di volontari sono state inviate a Tai di Cadore e Auronzo

Maltempo

 

Continua l’impegno della Città metropolitana sia per risolvere le criticità emerse in alcune località e strade provinciali in seguito all’ondata di piena del Piave sia per garantire i soccorsi con squadre di volontari della Protezione Civile in alcuni paesi del Bellunese.

 

La situazione:

Sulla SP48 a Noventa di Piave, via Ca' Memo: la strada è ancora chiusa e il ponte di barche deve essere ancora riaperto e si sta procedendo alla rimozione dei detriti. La strada è percorribile ma andrà riassaltata.
Sulla SP51 Musile di Piave: strada chiusa stiamo lavorando verrà riaperta entro la serata del 2 novembre.

Sulla Sp83 Romanziol: la strada resta chiusa in attesa della rimozione dei sacchi di sabbia.  

 

Per quanto riguarda, invece, la macchina dei soccorsi sono 9 le squadre di volontari della Protezione Civile Spinea, Protezione Civile Mira e Protezione Civile di Venezia Terraferma  impegnate ad  Auronzo e Tai di Cadore  nella rimozione di alberi e a sostegno con mezzi e uomini alle Protezioni Civili locali. Altre squadre son pronte a partire tra oggi e domenica in caso di necessità.

 

Questa sera ultimo bollettino del CCs (Centro Coordinamento Soccorsi) presieduto dal Prefetto prima di far cessare l'emergenza sul territorio metropolitano.

Tutte le Notizie